lunedì 16 maggio 2016

Benedetta idiozia!



Non c'è nulla da fare.

Da bambini eravamo tutti idioti e da idioti venivamo trattati.
E, sempre da idioti, oggi,a nostra volta,interagiamo con dei bambini.

Ho poche certezze nella mia vita,ma ricordo perfettamente il nome delle mie due fiabe preferite:Cappuccetto Rosso e Pinocchio.

Per me quando mia madre e mia nonna si mettevano lì a raccontarmele,era una festa.

Per loro un pò meno,dal momento che non mi accontentavo di ascoltarle una volta sola.Minimo tre,cacchio.

Passano gli anni e tu ricordi con gioia quei momenti e, se te lo chiedono, ancora sei convinto che Cappuccetto Rosso e Pinocchio siano le tue fiabe preferite.

Già,ma...perchè?!

Mio figlio possiede uno di quei giochini interattivi tipo Sapientino,tema fiabe.L'altra sera lui e la nonna ci giocavano assieme.Lo scopo era riconoscere personaggi delle diverse favolette e il giochino in questione era "chi c'è nella favola di?"

Ho quasi 18 anni a coscia ed era un bel pò che non ascoltavo da bocca di mia mamma la fiaba di Cappuccetto Rosso.(mi pare anche abbastanza giusto,direi).

"Allora,a nonna"- inizia mia madre - "C'era una volta una bimba di nome Cappuccetto rosso,la bimba viveva con la mamma nel bosco"

Ok.Due donne sole in mezzo al nulla.Figura paterna non pervenuta...Ma forse Cappuccetto in passato si chiamava Irina ed è stata adottata a 2 anni.

"La mamma manda Cappuccetto a casa della nonna malata che vive nel bosco"

Ok...io madre sconsacrata e figlia degenere non solo non invito mia mamma a venire a stare da me che è malata,ma come se non bastasse incoraggio mia figlia ad andare da sola nel bosco.

"Ma mi raccomando,segui sempre la strada maestra perchè nel bosco c'è il lupo"

Ok.Ma tu che cazzo c'hai da fare a casa che non mi accompagni un attimo?O ,meglio ancora,brutta vacca,vacci tu che sei esperta di strade maestre e lasciami in pace a casa!

Ma questa è una fiaba e non una puntata di Quinta Colonna e quindi Cappuccetto indossa la mantellina rossa(non verde,eh,dovesse mai confondersi con la vegetazione e non risaltare agli occhi del lupo...)

La bimba va e la mamma resta a casa impegnata in strane attività che non ci è dato sapere.

"Ad un certo punto spunta il lupo!!! " dice mia mamma con suspence.

Ecco,ora se la mangia...no...non se la mangia!Dato che il lupo nei suoi anni verdi è stato un appassionato di Spielberg,decide di mettere in piedi una tarantella pazzesca per mangiarsi la bambina più tardi.

Inizia quindi a farle domande manco fosse Marzullo.

"Ma dove vai di bello", "ma cosa hai di buono lì nel cestino" "quanti anni hai stasera"...cose così.
Cappuccetto che è bambina,e per antonomasia quindi idiota,risponde a tutte le domande,fornisce persino 'indirizzo della nonna,e-mail,l'iban per la pensione e la marca di adesivo per la dentiera.

Poi ciao.Il lupo educatamente saluta e corre via.Cappuccetto nel frattempo coglie i fiori.

Dalla nonna qualcuno bussa."Chi è?" fa la vecchina dal letto

Il lupo,che ha un minimo di cervello a differenza del resto della brigata sa che se si presenta in veste di lupo la nonna non gli aprirà di certo(anche se,caro lupo,ho dei dubbi al riguardo),quindi si dà un pugno nelle parti basse e dice "sono Cappuccetto nonna,apri!"

La nonna supera se stessa,si alza dal letto di morte e va ad aprire.Quando si trova davanti il lupo è confusa...e dire che ne guarda di programmi Tv Extreme Makeover..."Ma tu non sembri cappuccetto..." Neanche il tempo di dire "porcalavaccachesfigaoggi" che il lupo se la mangia.

In un sol boccone.

Intera e viva.

(Mah,questa supera proprio tutte le varie cavolate della fiaba)

La nonna è alta 1.54 e pesa una sessantina di kg.Ma il lupo non è sazio.C'ha pure lo stomaco di infilarsi occhiali,camicia da notte e cuffietta e mettersi a letto per aspettare Cappuccetto.

La bambina dopo un pò arriva e si dà inizio alla parte più stupida di tutta la vicenda.

Si sa,i bambini sono idioti.O almeno,così si comportano.Ma da qui a non riconoscere un canide con gli occhiali e scambiarlo allegramente per una nonna,ne passa.

Cappuccetto entra in casa coi fiori e il panaro e si assiste ad un  momento alto di socio cultura.

Manca solo la D'Urso.

"Nonna ,che orecchie/bocca/occhi/mani/piedi grandi che hai!!!"

Ma da quanto tempo la scellerata non vede la nonna? Dico io...al di là delle varie dimensioni alterate,cappuccetto rosso come fa a non vedere che l'amata nonna è ricoperta totalmente di peli...?

Focalizzati un attimo su questo aspetto,cretina!Tu mi vuoi far credere che se un cane si infila gli occhiali e la vestaglia e si dà il rossetto tu lo scambi per tua madre?Andiamo...

Il lupo in tutto questo placido,a letto,dà spiegazioni tipo Geo&geo,giustificando ogni cosa e perchè?Perchè non vuole spaventare la bambina prima di mangiarla,giustamente,i bambini vanno tutelati.

Quando a Cappucetto Rosso parte un flash di intelligenza ,il lupo se la mangia.

Sempre in un sol boccone,intera e viva.

Poi,sazio,si rimette a letto.

Un cacciatore che aveva visto tempi migliori,si trova a passare da quelle parti(in realtà io credo che avesse appena finito di intrattenere la madre di cappuccetto e che la donna gli avesse detto"vai nu poc a verè si chella stord è iut adda nonn o s'è mis a fà e fung"

Sente il russare forte,si avvicina alla finestra aperta e vede agitarsi la pancia del lupo.

Sente anche provenire dal suo interno delle voci,quindi entra,pratica un cesareo d'emergenza senza anestesia,riporta alla luce Cappuccetto e la nonna- integre e piuttosto vivaci!- poi che fa...giustamente per riempire la pancia del lupo prende dei massi,glieli infila in pancia e con una maestria degna di mani di fata ricuce tutto a punto erba.

Poi tutti e tre si nascondono.

Il lupo in tutto questo,dorme.Mi sento di invitare le cliniche e gli ospedali tutti a licenziare qualsiasi anestesista dal momento che quando uno si addormenta non sente neanche che gli frugano nell'intestino crasso.

Ad un certo punto la bestia si sveglia,si alza,si sbilancia e dopo aver ruttato un "forse ho mangiato troppo",inizia a ruzzolare lungo il sentiero,trova un burrone e fortunatamente si schianta.

La nonna,cappuccetto rosso e il cacciatore riprendono la loro vita serena,vissero per sempre felici e contenti e ad oggi cappuccetto lo chiama 'papà'.

La nonna non ha mai più rivolto la parola a cappuccetto dopo che la bimba le ha confessato di aver scambiato il lupo per lei.

La mamma di cappuccetto sposa il cacciatore e non potendo più scodellare la figlia dalla nonna per i suoi momenti hot,la manda a comprare il pepe al villaggio,anche tre volte al giorno.
Voci di paese dicono che la donna fosse d'accordo con il lupo e che,in cambio di favori sessuali lo avesse convinto a toglierle dalle palle l'anziana madre e la figlia scassambrella e che quel giorno fosse stato attentamente pianificato,ma secondo me sono solo malignità...

Alla domanda" chi c'è nella fiaba di cappuccetto rosso?" io rispondo:una ninfomane e tre cretini.

Adieu.

Nessun commento:

che ne pensi della nuova grafica?